Spiaggia Mongiove di Patti – Recensione e Opinioni

A non molti chilometri da Messina è possibile trovare un antico borgo di pescatori oggi diventato una meta turistica particolarmente interessante. Si tratta di Mongiove, piccolo centro abitato sorvegliato dal monte Giove e situato alle pendici di Tindari. A rendere ancora più prezioso questo luogo, poi, è la presenza della riserva naturale orientata Laghetti di Marinello. La zona si presenta ricca di ulivi e fichi d’india, elementi tipici della bellezza territoriale della Sicilia. A pochi chilometri da Mongiove, poi, nello specifico solamente uno a est del centro abitato, è possibile arrivare alla spiaggia omonima. Questa, in particolare, è caratterizzata dalla presenza di grotte e faraglioni posizionati a breve distanza dalla riva.

Dal punto di vista paesaggistico, ci si trova davanti ad una lunga spiaggia di sabbia chiara e ad un mare particolarmente cristallino e trasparente, soprattutto nei giorni in cui il poco vento non contribuisce a sollevare il fondo sabbioso. Come detto precedentemente, però, uno degli aspetti più interessanti di questa zona, soprattutto dal punto di vista territoriale, è la possibilità di visitare le suggestive grotte di Mongiove. In questo caso, però, è bene sapere che per ammirare da vicino la loro bellezza, è possibile muoversi solo via mare, visto il ritirarsi naturale della spiaggia.

Per questo motivo, se si vogliono alternare alcune ore di riposo sotto il sole alla scoperta del territorio, è consigliabile prendere parte a un’escursione sotto costa via mare nel tratto che va proprio dalla spiaggia di Mongiove a quella di Marinello. In questo modo, oltre ad avvicinarsi alle famose grotte, è possibile raggiungere anche i laghetti di Marinello, passando per Capo Tindari. Nella zona, poi, è possibile, notare anche un’alternanza di piccole spiaggette con ampie zone rocciose.

Oltre ai bagni di sole e alla scoperta del territorio, i pomeriggi presso la spiaggia Mongiove offrono un’altra possibilità molto interessante, soprattutto per chi proprio non ce la fa a rimanere sdraiato al sole. Ecco, dunque, che, per gli amanti dei fondali marini, è possibile praticare attività di immersione. In questo modo, con tanto di pinne e occhiali, si potrà osservare l’ambiente sottomarino senza dovere necessariamente immergersi completamente in profondità.

Mare
Spiaggia
Servizi
Media

Inserendo una recensione confermi di avere letto e accettato la pagina privacy del sito

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *